Home » Arte e Cultura » Inaugurata la 17th Biennale di Architettura di Venezia – How Will We Live Together?

Inaugurata la 17th Biennale di Architettura di Venezia – How Will We Live Together?

 22 maggio al 21 novembre 2021

di ALberto Pagan

È stata inaugurata “How will we live together?”, la 17. Biennale di Architettura di Venezia, a cura di Hashim Sarkis, una mostra che guarda al futuro con speranza in una rinascita personale riflessa nello spazio. La Mostra Internazionale comprende opere di 112 Partecipazioni provenienti da 46 Paesi con una maggiore rappresentanza da Africa, America Latina e Asia.

La Mostra, pensata prima della pandemia, si proponeva di superare ostacoli e disuguaglianze socio-culturali ed economiche, chiedendo agli architetti di immaginare gli spazi nei quali possiamo vivere generosamente insieme.

È stata inaugurata “How will we live together?”, la 17. Biennale di Architettura di Venezia, a cura di Hashim Sarkis, una mostra che guarda al futuro con speranza in una rinascita personale riflessa nello spazio.

La Mostra, pensata prima della pandemia, si proponeva di superare ostacoli e disuguaglianze socio-culturali ed economiche, chiedendo agli architetti di immaginare gli spazi nei quali possiamo vivere generosamente insieme.

Il Presidente della Biennale Roberto Cicutto ha dichiarato “Anche quest’anno la preparazione della 17. Mostra Internazionale di Architettura è stata avvolta da un clima di incertezza affrontato dal Curatore Hashim Sarkis e dai professionisti invitati, così come dai rappresentanti delle Partecipazioni Nazionali, con grande determinazione, coraggio e senso di responsabilità. Apriamo i Giardini e l’Arsenale con una consapevolezza ancora maggiore di quanto il lavoro della Biennale sia specchio del mondo contemporaneo, che viene qui interpretato e talvolta anticipato dalle proposte dei curatori e di quanti vi partecipano con le proprie opere.” Il Direttore della Mostra ha evidenziato come “L’attuale pandemia globale ha senza dubbio reso la domanda posta da questa Biennale ancora più rilevante e appropriata, seppure in qualche modo ironica, visto l’isolamento imposto. Può senz’altro essere una coincidenza che il tema sia stato proposto pochi mesi prima della pandemia. Tuttavia, sono proprio le ragioni che inizialmente ci hanno portato a porre questa domanda – l’intensificarsi della crisi climatica, i massicci spostamenti di popolazione, le instabilità politiche in tutto il mondo e le crescenti disuguaglianze razziali, sociali ed economiche, tra le altre – a condurci verso questa pandemia e a diventare ancora più rilevanti. Non possiamo più aspettare che siano i politici a proporre un percorso verso un futuro migliore. Mentre la politica continua a dividere e isolare, attraverso l’architettura possiamo offrire modi alternativi di vivere insieme. La Biennale Architettura 2021 è motivata dai nuovi problemi che il mondo sta ponendo all’architettura, ma è anche ispirata dall’attivismo emergente di giovani architetti e dalle radicali revisioni proposte dalla professione dell’architettura per affrontare queste sfide.”. Una Mostra aperta a tutti e per tutti.

Condividi: Email this to someonePrint this pageShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on Facebook0
Autore: admin